Il tuo carrello è ancora vuoto

Realizza il tuo Progetto

Per essere certi di realizzare un impianto adeguato alle esigenze del nostro giardino, disegnamo la pianta in scala dell'area da irrigare facendo attenzione a riportare su di essa la posizione delle prese d'acqua, i cespugli, le siepi e gli alberi.
Usate i seguenti oggetti per preparare il vostro disegno iniziale:
• una superficie piatta
• un foglio di carta grafico
• un metro
• un paio di compassi
• una matita
• un pennarello
• una riga
• una gomma da cancellare
progetto irrigazione
Iniziate il disegno del vostro giardino identificando la casa ed i confine della proprietà.
Disegnate i camminamenti, i porticati, ecc. utilizzando un angolo della casa come punto di riferimento.
Indicate le aree che verranno irrigate e quelle che non verranno irrigate. Inoltre indicare la posizione di alberi, cespugli, siepi e fioriere presenti nel sito.

Scelta degli irrigatori

La scelta degli irrigatori dipenderà dalla loro gittata e dalla loro portata...
Per una copertura uniforme, le gittate degli irrigatori devono sovrapporsi.
La distanza ideale tra due irrigatori è uguale al raggio della loro gittata.
Gli irrigatori a scomparsa si possono suddividere in due classi:
• irrigatori a getto fisso o statici: gittata massima 4,5 m
• irrigatori a turbina o dinamici: gittata massima 15 m
Poichè ad una stessa tubazione non possono essere collegati irrigatori di classi diverse per via della loro differente precipitazione (cioè della differente quantità d’acqua erogata al minuto, per metro quadrato), evitate di utilizzare irrigatori statici e dinamici in una stessa area del vostro giardino.
Indicate la posizione degli irrigatori sul vostro progetto.
Usate il vostro compasso per disegnare le aree irrigate dagli irrigatori.
Seguite questa procedura :
• Iniziate dal coprire gli angoli con irrigatori a 90°
• Poi coprite i lati con irrigatori a 180°.

progetto irrigazione


Misurare la pressione e la portata

progetto irrigazione
La pressione è misurata in chili per centimetro quadrato (kg/cm²) o in bar. Viene misurata montando un indicatore di pressione sul proprio rubinetto. Se non si possiede un indicatore di pressione, si può ottenere il dato dalla società che distribuisce l'acqua.
L'installazione richiede almeno 2 kg/cm² (2 bar) per poter funzionare normalmente. Se la pressione supera i 5 kg/cm² (5 bar), è necessario installare un riduttore di pressione.
La portata, in metri cubi all'ora (m³/h) è riportata nel vostro contratto con la società che distribuisce l'acqua. Comunque, è consigliabile controllare da sé la portata seguendo questo procedimento: riempire con acqua un secchio di 10 litri. Servirsi del rubinetto più vicino al contatore dell'acqua. Misurare il tempo (in secondi) che impiega a riempire il secchio.

p= portata in m³
l= acqua litri
t= tempo in secondi
p= 3,6x(l/t) formula calcolo portata


Configurazione impianto

La portata totale richiesta per irrigare il proprio giardino potrebbe eccedere la quantità di acqua disponibile alla fonte idrica.

È perciò necessario dividere il sistema di irrigazione in più zone indipendenti.
Ogni zona ha un proprio circuito di tubazione I circuiti sono attivati da elettrovalvole in ordine sequenziale.
Se l'intero sistema in funzione richiede 9m³/h, e il contatore dell'acqua o la pompa erogano solamente 3m³/h:
il flusso richiesto per irrigare deve essere diviso per 3 parti

Tubi

La scelta del diametro di u tubo in polietilene (PE) da utilizzare è in funzione del diametro dell’attacco idrico e della portata disponibile.
Utilizzate :
tubazione diametro est. 25 mm (3/4”) per attacchi da 1/2” o 3/4”
tubazione diametro est. 32 mm (1”) per attacchi da 1”

Potete ora cominciare a tracciare il percorso delle tubazioni partendo dall’attacco idrico e collegando tra di loro i vari irrigatori della stessa classe.
Ovviamente, per permettere l’irrigazione delle varie zone in tempi diversi, ogni settore dovrà essere collegato alla propria elettrovalvola con una tubazione di alimentazione distinta.

Materiale

Dopo aver effettuato la suddivisione in zone sarà semplice formare l’elenco dei materiali necessari per la realizzazione dell’impianto.
Indietro